Prezzi ridotti! Nuovo Taurasi d.o.c.g. 2003 Expand

Confezione da 6 bottiglie di Taurasi d.o.c.g. 2004

Tenuta Ponte Tenuta Ponte

Nuovo

Confezione da 6 bottiglie di Taurasi d.o.c.g. del 2004.

Tra i vini che in Italia possono pregiarsi del marchio D.O.C.C., l'Aglianico di Taurasi è sicuramente uno dei più noti e prestigiosi. È un vino robusto, sapido, poco tannico, dal bouquet ricco e dal colore rosso rubino limpido e brillante.

Maggiori dettagli

100 Articoli

Tempo rimanente:

90,00 €

138,00 €

-48,00 €

Confezione da 6 bottiglie di Taurasi d.o.c.g. del 2004.

Taurasi D.O.C.G

Denominazione di origine controllata

Tra i vini che in Italia possono pregiarsi del marchio D.O.C.G., l’Aglianico di Taurasi è sicuramente uno dei più noti e prestigiosi.
E’ un vino robusto, sapido, poco tannico, dal bouquet ricco e dal colore rosso rubino limpido e brillante. Tendente al marrone aranciato, ha riflessi violetti a seguito dell’invecchiamento, che il disciplinare prevede per un periodo non inferiore a tre anni prima dell’imbottigliamento.
Il Taurasi della Tenuta Ponte è prodotto con uve proveniente da impianti specializzati, situati nelle località più idonee per esposizione e aspetto pedoclimatico.

A combinarsi con le uve del vitigno Aglianico, in misura massima del 10%, sono le uve del vitigno Piedirosso.
Da questa combinazione nasce un prodotto armonico, equilibrato e molto gradevole al palato, che con il tempo meglio evidenzia i sapori di prugna ed amarena.
Il segreto della qualità consiste nella correttezza dei procedimenti, a partire dalla raccolta delle uve, che avviene nel momento in cui zuccheri, acidi e sostanze polifenoliche raggiungono il giusto equilibrio. La macerazione con bucce, una lenta fermentazione a temperatura costante, l’uso esclusivo di lieviti indigeni, consentono di trarre dalle uve il colore gli odori caratteristici.
L’invecchiamento avviene in botti di rovere e solo dopo una sosta in bottiglia di almeno sei mesi il vino è pronto per essere degustato ed apprezzato dagli intenditori. Di volume alcolico mai inferiore a 14.00%, dal sapore intenso, fresco e gradevole, armonico e poco astringente, il Taurasi va bevuto a temperatura ambiente e si adatta bene a piatti di carni rosse, a salse piccanti, a formaggi secchi e cibi sostanziosi.

Among the wines that can appreciate themselves some mark D.O.C.G. in Italy.
The Aglianico of Taurasi is surely one of the most famous and prestigious. It is a strong wine, savory, little tannic, with the rich bouquet and from the color red clear and bright ruby, browning orange with violet reflexes following the aging, that the disciplinary provide for a minimum time of three years bifore the bottling.
The Taurasi of the Tenuta Ponte is proced with grapes coming from specialized fittinges situated in the best placet for exposition and for aspect pedoclimatic.
To combine it with the grapes of the vine aglianico, in maximum measure of 10%, are the grapes of the vine Merlot. By this combination is born an harmonic product, balanced and very pleasant product to the palate, that with the time it underlines better the tastes of plum and sour cherry.
The secret of the quality consists in the correctness of the procedures beginning from the harvest of the grapesm that happens in the moment in which sugars, acids and poly-phenolic substance that obtain the correct equilibrium.
The maceration with peels, a slow temperature constant fermentation, the exclusive use of native yeasts they allow to draw from the grapes the color and the characteristic odors. The aging happens in oak stroked for complete the refinement and only after a standstill in bottle than at least six months wine is ready to be tasted and appreciated by the connousseurs.
From the inferior alcoholic volume never down 13%, from the taste intense, fresh and pleasant, harmonic and little astringent, the Taurasi must be drunk to ambient temperature and it adapts well eith courses of red meats, to spicy sauces, to dry cheeses and to substantial foods.

Peso6 x 0,75l

La storia



La Tenuta Ponte è sorta per volontà di cinque imprenditori, ognuno titolare di piccole aziende, ed è il risultato di forze, esperienze e competenze diverse, messe tutte al servizio di un’idea: la produzione di Grandi vini.


I tre fratelli Alessandro, Nicola e Modestino di Stasio, Angelo Pepe e Antonio Giusto, tutti soci e titolari dell’azienda, sono accomunati dalla passione per l’enologia, prima ancora che dall’interesse di dar vita ad una impresa dai caratteri dinamici e moderni.




L’azienda



Con più di 25 ettari di terreno quasi interamente destinati a vigneti, la Tenuta Ponte si estende, oltre che nel territorio di Luogosano, nei comuni di Taurasi, Fontanarosa, Lapio, Paroline, Prata Principato Ultra, Tufo e Altavilla Irpinia, tutti compresi nell’area dei vini D.o.c.g. Taurasi, Fiano di Avellino e Greco di Tufo, in provincia di Avellino. I terreni sono bene esposti e caratterizzati da un clima temperato e mediterraneo, con una dose ottimale di umidità, data dalle piogge primaverili e dalla presenza del fiume Calore, per il comprensorio del Taurasi e del fiume Sabato per il comprensorio del Fiano di Avellino e del Greco di Tufo. Tutti questi elementi, insieme alla stessa natura del suolo (in prevalenza argilloso calcareo), assicurano le condizioni più idonee per la produzione di uve e vini di pregio.



La produzione



La produzione delle uve avviene principalmente nei vigneti aziendali, dove si alternano impianti dei vitigni, greco, fiano, aglianico, sangiovese, merlot e coda di volpe.


I vitigni vengono allevati a “cordone speronato” e a “gujot”.


La cantina produce oggi una vasta gamma di vini di pregio, il cui valore è garantito da una rigorosa fedeltà ai metodi di vinificazione tradizionali, opportunamente integrati (ma non stravolti) dal ricordo alle moderne tecnologie, con l’unico e costante obiettivo di puntare a una qualità sempre più elevata.